Superare le piccole ferite!

La pratica regolare del running spesso provoca delle piccole ferite non gravi. Materiale inadeguato o poca conoscenza delle precauzioni da prendere: correre non è complicato, ma prevede un po' di metodo.

 

Le scarpe

Prendersi cura dei piedi

Evitare le vesciche e ancora di più, le ferite legate ad un materiale inadatto : è la base, il fondamento della pratica sportiva !

La scelta delle scarpe è fondamentale e niente può sostituire i consigli di uno specialista, quando si inizia a correre. Numerosi parametri devono essere presi in considerazione prima dell'acquisto di un paio di scarpe da running : la natura della propria falcata, i piedi e le distanze sulle quali si desidera allenarsi. La gamma KIPRUN de Kalenji risponde a tutte queste esigenze primarie. Ancora una volta, chiedi consiglio !

 

Attenzione all'allacciatura

Durante uno sforzo i piedi hanno la tendenza a gonfiare. Di conseguenza, è meglio scegliere scarpe di una mezza misura più grande della propria - affinché il piede non si senta costretto nella scarpa.

L'allacciatura ha la sua importanza perché a volte può causare, se è esageratamente stretta, dei fastidiosi dolori. Particolarmente sul collo del piede in corrispondenza del nodo (solitamente doppio) è a contatto con la linguetta.

Possono apparire piccole piaghe, raramente più serie di una semplice escoriazione. La cicatrizzazione non è semplice fino a quando si indosseranno con continuità scarpe con lacci. Per evitare simili fastidi, verificare che il piede calzi bene la scarpa e il collo del piede non sia compresso.

 

L'abbigliamento

Proteggersi dalle irritazioni

Il busto è per l'uomo la zona più sensibile. Particolarmente i capezzoli troppo spesso irritati - fino a sanguinare - dal continuo sfregamento con un tessuto troppo ruvido.

Per ovviare definitivamente a questo inconveniente ed evitare che i corridori siano obbligati a proteggersi con dei cerotti, difficili da togliersi al termine dello sforzo, Kalenji ha creato la T-SHIRT DEEFUZ ATHLETIC. Un nuovo componente brevettato posizionato sul petto permette di correre senza temere la minima irritazione nei capezzoli.

Donne e uomini sono ugualmente interessati a controllare l'interno cosce – spalmando un sottile strato di crema antisfregamento o vasellina - per evitare che l'irritazione non incida sul piacere di correre.

 

Scegli  il comfort

Niente è più fastidioso che praticare il running indossando una tenuta inadeguata alle condizioni climatiche. È quindi necessario avere nel proprio armadio una tenuta che permette di tollerare il freddo, di adattarsi alla pioggia ed al vento o provare piacere a correre al sole con tempo caldo.

Scegliere l'equipaggiamento in funzione del proprio gusto, dei propri bisogni ma anche e soprattutto della propria morfologia. Desideri sentirti a tuo agio e non avvertire alcun fastidio. Certamente è poco raccomandato equipaggiarsi, per esempio, di un antivento troppo grande che potrebbe intralciare la propria falcata. Privilegiare il comfort per evitare di sentirsi impacciati durante sforzi che a volte durano più di un'ora.

 

 

Gli accessori

* Non rimanere a secco

Questo è l'ultimo inconveniente, quello che a volte può tramutarsi in una seria complicazione! È importante bere regolarmente durane una seduta d'allenamento dopo aver superato i primi 50 minuti. Sarebbe meglio munirsi di una borraccia prima di cominciare uno sforzo.

Le cinture permettono di portare con se una borraccia, dei gel da sforzo ed anche oggetti personali (chiavi, carte di credito, telefono) che costituiscono una maggiore sicurezza contro eventuali rischi.I casi di disidratazione sono ancora troppo numerosi e possono anche coinvolgere dei corridori esperti. Non correre rischi… 

 

Sii sempre visibile

Sia che si pratichi il running in città o in campagna, è sempre indispensabile essere visibili ! È importante per la propria sicurezza, soprattutto in zone in cui il traffico automobilistico è intenso.  

Munirsi di un bracciale di sicurezza quando si corre con poca luminosità. Indossare un gilet catarifrangente o anche una lampada frontale per apportare maggiore visibilità durante l'allenamento di sera. Essere sempre visti è una priorità. Rispettare sempre il codice del pedone. Essere un corridore non conferisce alcun diritto !

 

 

 

I consigli forniti da Kalenji sono a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso l'opinione di un professionista. Kalenji vi ricorda che è consigliabile assicurarsi presso il proprio medico che nessuna controindicazione vi impedisca di affrontare gli sforzi fisici richiesti dalla corsa a piedi.